Printed From:

Patologie articolari

Anche a causa dell'allungamento della vita media, sono sempre di più le persone che soffrono di patologie articolari. Con l'invecchiamento, i tendini e le ossa tendono a indebolirsi, così come le principali strutture delle articolazioni.

Una delle principali patologie articolari è l'artrosi (o osteoartrosi).
È una malattia cronica piuttosto diffusa ed è causata dalla degenerazione della cartilagine, il tessuto che riveste e protegge le articolazioni. 

Il primo sintomo per riconoscerla è il dolore. Chi soffre di artrosi ha male nell'eseguire i movimenti e di solito prova sollievo quando è a riposo.
Al dolore si associano spesso anche rigidità articolare e “scrosci articolari”, i famosi scricchiolii che accompagnano il cedimento di un'articolazione.
Di solito questi disturbi si intensificano quando ci si rimette in movimento dopo essere stati fermi o seduti a lungo. Oppure a fine giornata, dopo sforzi e sollecitazioni dovuti al lavoro o a movimenti ripetuti.

 

 

LE PRINCIPALI CAUSE DELL'ARTROSI

Ci sono vari fattori che possono generare l'artrosi.
Su alcuni purtroppo non possiamo intervenire, altri invece dipendono anche dalla nostra volontà e possono essere contrastati se seguiamo qualche accorgimento

Per capire come prevenire le patologie articolari, vediamo quali sono le cause principali dell'artrosi. 

  • L'invecchiamento
    Essendo una patologia articolare legata all'usura delle articolazioni, colpisce soprattutto dopo i 60 anni e in particolare le donne in menopausa.
     
    Cosa si può fare?
    Dal momento in cui non si può intervenire per contrastare l’avanzare dell’età, si può tentare di preservare il benessere articolare adottando uno stile di vita sano e assumendo degli specifici integratori alimentari per articolazioni.
     
  • L'eccessivo carico delle articolazioni perpetuato nel tempo
    Movimenti ripetuti, una postura scorretta, sollecitazioni continue possono velocizzare la fisiologica usura della cartilagine articolare. È il caso di chi è costretto a svolgere lavori usuranti o di chi pratica sport particolarmente dinamici.

    Cosa si può fare?
    Evitare, quando possibile, sforzi eccessivi e movimenti logoranti. Va benissimo fare attività fisica, ma meglio non optare per sport ”di impatto”.
     
  • Il sovrappeso
    I chili di troppo costringono le nostre articolazioni a sopportare carichi eccessivi che, con il tempo, possono compromettere il benessere articolare.
     
    Cosa si può fare?
    L'obiettivo è mantenere il proprio peso forma, aiutandosi con una alimentazione corretta e attività sportive costanti.
     
  • Traumi e fratture
    Soprattutto se trascurati, gli infortuni possono generare problemi alle articolazioni che possono manifestarsi anche dopo tempo dall’incidente.
     
    Cosa si può fare?
    Gli infortuni non vanno mai sottovalutati. In caso di dolori da traumi, è bene rinforzare le articolazioni ed evitare sforzi sulle zone dolenti.
     
  • Predisposizione genetica
    Alcuni soggetti sono più predisposti di altri a sviluppare l'artrosi.
     
    Cosa si può fare?
    Se non possiamo intervenire sulle predisposizioni genetiche, possiamo però aiutare le nostre articolazioni con la prevenzione, mettendo quindi in pratica tutti i consigli visti sinora.
Federazione Italiana Sport InvernaliGenoa Football ClubNuovo Brindisi Basket